forex trading logo

News

Fiume Vomano PDF Stampa E-mail

Il Vomano può dirsi il secondo dei due principali fiumi che circondano il Gran Sasso d’Italia, essendone l’Aterno il primo.

Nell’antichità venne chiamato Matrinus da Strabone e Vomanum da Plinio.

Il fiume Vomano ha origine nella provincia dell'Aquila in prossimità del Passo delle Capannelle, a circa 1200 metri s.l.m., sulle pendici nord occidentali del Monte S. Franco, Scorre nella parte settentrionale dell'Abruzzo ed il suo percorso, di 68 km, è quasi completamente compreso nella provincia di Teramo ad eclusione di un brevissimo tratto iniziale nella provincia de L'Aquila.
Il bacino si estende per 782 km2 e confina a sinistra con il bacino del Tordino.
Nel tratto superiore il letto del Vomano è scavato entro un solco inciso nelle arenarie mioceniche intercalate a strati di argilla; in quello intermedio entro sponde calcaree e infine nell'ultimo tratto, fino alla foce, il letto si allarga su terreni alluvionali.

Il fiume raccoglie il contributo di più di trenta corpi idrici grandi e piccoli, tra cui i più importanti sono il torrente Rocchetta, il rio Arno ed il fiume Mavone in destra idrografica, il torrente Zingano ed il Rio Fucino in sinistra idrografica. Raggiunge infine il mare Adriatico nei pressi di Roseto degli Abruzzi.

 

Il naturale defluire delle acque è interrotto da tre bacini di captazione a scopo idroelettrico che permettono di trasferire consistenti volumi d'acqua, provocando sensibili variazioni anche giornaliere di flusso idrico che sono evidenti fino alla foce:

  • la diga di Piaganini (a 397 metri), il cui serbatoio ha la funzione di ricevere le acque di carico della centrale idroelettrica di S. Giacomo;
  • la traversa di derivazione in località Villa Vomano, la cui funzione è di fornire acqua per uso prevalentemente irriguo e marginalmenteper uso idroelettrico.
  • Il serbatoio di testa, in provincia dell'Aquila è rappresentato dal lago artificiale di Campotosto (a quota 1300 metri), con una capacità di 217 milioni di m3.

Acque provenienti dai bacini imbriferi del Tordino e del Tronto raggiungono il lago di Campotosto mediante i due canali collettori di gronda (a quota 1350 metri) sui versanti orientali ed occidentali dei monti della Laga.

Altre acque provenienti dal bacino del fiume Tordino, mediante un canale collettore di gronda (quota 400 metri), raggiungono il bacino del fiume Vomano a monte dell'abitato di Montorio (centrale di Venaquila).


Il territorio in cui scorre il fiume Vomano è nel primo tratto a forte vocazione zootecnica, mentre nella zona di Montorio diviene considerevole la presenza di nuclei abitativi, artigianali ed industriali.

 

Chi è online

 12 visitatori online


I più letti


Created by Daniela Pavone - daniela.pavone@gmail.com
Informativa Privacy e Cookie

Questo sito utilizza cookie per fini operativi, statistici e pubblicitari, come descritto nella nostra Informativa sui cookie. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze, visitare il nostro Strumento per il consenso all'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information